Perché sei sfortunato?

Ti sei mai chiesto perché alcune persone che conosci sono così fortunate dal trovare occasioni che tu per molto tempo hai cercato?

Ammettilo dai! Quante volte ti sei domandato perché alcune persone hanno trovato occasioni per le quali tu ti sei sbattuto senza risultati?
A parte che tu non puoi sapere quanto loro si siano sbattute prima di te…

Ho una notizia per te, non è fortuna.

“Come?” mi dirai. In questo momento vorresti ammazzare me perché ti dico questa cosa e loro perché hanno avuto le occasioni che tu cerchi da tempo!

Purtroppo per te è vero, non è fortuna, o quantomeno non proprio.

La fortuna non esiste, non nel lungo periodo.
Fortuna è nascere sani, in forza, in salute, in una famiglia che ti insegni l’amore e che possa mantenerti finché non sarai indipendente. Questa è già una grande fortuna!

Ok Fabio mi dirai, e allora perché il mio amico che se ne frega di tutto ha trovato il lavoro che non ho trovato io dopo tutti i curriculum e le telefonate che ho fatto (compresi un sacco di vaffa**** che mi hanno lanciato addosso)?

Hai ragione caro mio, hai assolutamente ragione.
E sai perché lui lo ha trovato? Proprio perché se ne è sbattuto.

Non ti voglio confondere, ma le cose non si cercano, si attraggono.
Ora te lo spiego meglio con due concetti.

Prima ragione del perché gli altri hanno fortuna (la meno importante)

Se sei una persona aperta al mondo, serena, sempre positiva, queste situazioni ti capitano in mano senza che tu te ne accorga, anche se sei una persona che non si sbatte dalla mattina alla sera.

Se invece sei titubante, chiuso e non ti butti, per quanto tu ti sbatta non otterrai mai nulla.

Devi essere sorridente, mostrarti fiero, orgoglioso, sempre contento di quello che fai.
Non mostrarti inesperto e buttati, quella cosa la sai già fare!
Io mi sono venduto come marketing manager che manco sapevo cosa fosse il marketing. Lo ho imparato poi! Prima ero solo un grafico con tanta voglia di imparare!

Vinci la timidezza, parla con la gente, sii gioioso, raccontati e vivi il mondo serenamente vedendo solo opportunità senza vedere minacce.
Il resto arriverà da sé.

Seconda ragione del perché gli altri hanno fortuna (la più importante)

Quella di prima in confronto a questa è quasi una bazzeccola. Essere più aperti al mondo, buttarsi e sorridere è semplice, con un po’ di volontà ed esercizio lo puoi fare anche tu!

Non è che a vedere il mondo power flowers e a sorridere il mondo ti sorrida automaticamente, è importante, importantissimo essere in una forma mentis positiva, ma qui in questo sito parlo di marketing, e ti voglio dare un consiglio per farti del marketing personale.

La seconda ragione è quindi più cruda.

Facciamo un ragionamento: un braccialetto che ti viene venduto da un senegalese che, suo malgrado, gira per i bar della tua città, al pari dello stesso prezzo, fattezza, bellezza, per te ha lo stesso valore dello stesso identico braccialetto nella vetrina di un negozio?

Secondo me no. Il braccialetto del senegalese tu no lo vuoi, allontani lui che te lo vuole vendere, mentre magari consideri in tutt’altro modo il braccialetto del negozio, presentato in vetrina, identico a quello del senegalese e anzi, magari (anzi sicuramente) costa anche cinque volte di più sembrandoti migliore!

Tutta questione di valore valore percepito.

Ti faccio un esempio personale: un venditore di spazi pubblicitari mi continuava a tampinare di chiamate per vendermi delle pagine pubblicitarie su un quotidiano. Io ho continuato a snobbarlo mentre magari faccio pubblicità su altri canali, magari in giornali meno letti e che mi costano di più!
Ma perché lo faccio? Perché non compro i suoi spazi pubblicitari? Costano così poco!
Perché se questo venditore cerca continuamente di rifilarmi la vendita delle pagine pubblicitarie in ogni modo, io penso che valgano poco e che nessun altro le voglia comprare!
Quindi continuando a chiamarmi fa vedere che ha bisogno!

Da questo devi capire un assunto: chi ha bisogno non viene aiutato, a chi invece non ha bisogno viene offerta una possibilità.
Dura e cruda verità.

Chi mostra di avere bisogno dà la parvenza di valere di meno.

Ciò che costa di più e non ha bisogno di essere comprato viene desiderato, ciò che costa poco e viene svenduto ha già perso tutto il suo valore in partenza.

Vorrei vedere se le Ferrari costassero poco e fosse pieno di agenti di vendita che ti chiamano ogni giorno per rifilartene una, invece che essere parcheggiate in concessionarie prestigiose e vendute solo a chi se le può permettere.

Se cerchi lavoro e sbatti la testa dappertutto, un direttore d’azienda penserà che tu valga poco, mentre se hai un bel profilo Linkedin, sei attivo sui social, ti presenti bene e fai vedere che non hai bisogno di lavorare per quell’azienda perché un’altra ti vorrebbe con sé, hai vinto.

Ed è per questo che riassumo tutto in questo concetto:

Non chiedere aiuto, diventa un aiuto (a caro prezzo) per qualcuno.
Non cercare opportunità, punta ad essere l’opportunità per qualcuno.

Non chiedere a nessuno una possibilità. Prendila. Presentati bene, fai vedere che potresti lavorare tranquillamente per la concorrenza e che non è facile averti.

Non offrirti, venditi a caro prezzo. Qualcuno sarà felice di pagare per te.

Non cercare opportunità, punta ad essere il migliore e quando ti chiederanno un aiuto, la prima cosa che dovrai fare è dire quanto costi all’ora.
Se non accettano peggio per loro. Hai comunque vinto tu.

Dopo di loro arriverà qualcuno che ti offrirà anche di più di quanto hai chiesto.

Lettura bonus

Hai notato che verso la fine ho usato la parola accettare? Me ne sono reso conto solo dopo averla scritta.
Ed è per questo che scrivo questa veloce lettura bonus.

A me la parola accettare fa ribrezzo. Io non accetto nulla, non accetto nulla dalla mia vita, non sono mai soddisfatto e mai contento. Voglio sempre di più.

Accettare per me è sinonimo da un lato di rassegnazione.
Quindi non rassegnarti mai, non accettare mai situazioni, perché dietro c’é sempre qualcosa di più grande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *